Come il mondo della bellezza sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Donazioni e progetti charity: tutte le iniziative dei beauty brand durante l'emergenza Covid-19.

image
courtesy IG LVMH

La pandemia di Coronavirus può/deve essere fermata. E per farlo ci sono tre modi: l'azione di chi è in prima linea, l'attesa/speranza di chi resta a casa e il sostegno di chi dona fondi per annientare il Covid-19. Anche le aziende della bellezza stanno dando il proprio contributo in questo momento di emergenza sanitaria chi trasformando i propri stabilimenti produttivi in centri di produzioni di gel igienizzanti, chi facendo donazioni, chi supportando progetti charity. Da Korff che contribuisce alla raccolta di fondi a favore della ricerca scientifica e biomedica dell’Ospedale Spallanzani di Roma al Gruppo Davines che ha dato il via alla produzione di oltre 100mila pezzi di gel igienizzante mani destinati a essere donati alla propria community e a realtà individuate in collaborazione con l’associazione Forum Solidarietà di Parma passando per L’Estetista Cinica, che ha donato una fornitura di 500 disinfettanti per le mani all’ospedale di Esine, in provincia di Brescia, ecco come i beauty brand stanno affrontando la crisi e come possiamo unirci ai loro sforzi.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
1 Come LVMH sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Dato il rischio di una carenza di gel idroalcolico in Francia, Bernard Arnault ha incaricato l'azienda di profumi e cosmetici LVMH di produrre all'interno dei propri siti produttivi tutto il gel necessario per supportare le autorità pubbliche. Da lunedì 16 marzo il gel è stato consegnato gratuitamente ogni giorno alle autorità sanitarie francesi e come priorità all'Assistenza Publique-Hôpitaux di Parigi. Il gruppo LVMH ha espresso un grazie speciale a tutti coloro che lo hanno reso possibile, in particolare i team di produzione di Guerlain, Dior Parfums e Givenchy Beauty che hanno dimostrato grande solidarietà e impegno in uno spirito di impegno collettivo per il bene comune.

2 Come Kemon sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

“In una fase storica così delicata, abbiamo deciso di impegnarci in più settori, per cercare di dare il nostro contributo", spiega Giuliano Nocentini, CEO & owner Kemon. Da un punto di vista finanziario, in relazione ai pagamenti, abbiamo predisposto degli adeguati piani di dilazione per i nostri clienti. Stiamo quotidianamente lavorando, inoltre, per mettere a disposizione prodotti igienizzanti specifici per saloni e postazioni di lavoro: abbiamo donato gel lavamani da noi prodotti a molte istituzioni del territorio (Comune di San Giustino, Croce Bianca, Ospedale di Città di Castello, Ospedale di Fabriano), nonché a diverse aziende con cui abbiamo rapporti e che ne erano sprovviste. Sempre all’Ospedale di Città di Castello, abbiamo ritenuto importante effettuare anche una donazione in denaro, oltre a tute protettive in tyvek e mascherine chirurgiche. Mentre all’ospedale San Matteo di Pavia abbiamo donato ampie campionature di shampoo hair&body igienici in formati monodose utili agli operatori sanitari. Operatori sanitari dell’Ospedale di Fabriano. Se, per la sicurezza dei nostri collaboratori, abbiamo notevolmente ridotto le attività, non siamo però fermi: lavoriamo ogni giorno per essere pronti al nuovo scenario economico e sociale che tutti noi ci troveremo a interpretare alla fine di questo periodo di restrizioni. A partire dalla formazione e dalla diffusione di webinar e video tutorial registrati ad hoc, così che nessuno dei nostri formatori, o saloni nostri clienti, resti indietro, e per dare loro e alle clienti che usano nostri prodotti, consigli e informazione su come utilizzarli a casa.

3 Come Acqua dell'Elba sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

#conilmarenelcuore è l'operazione che Acqua dell'Elba ha lanciato per dare un segno concreto della sua presenza al fianco della comunità dell'Isola d’Elba e dell'intero Paese rispetto all'emergenza Covid-19. Il suo coinvolgimento comincia con la donazione del primo letto di terapia intensiva e rianimazione all’Ospedale dell’Isola d’Elba. Parallelamente alla donazione, Acqua dell’Elba ha avviato, anche una raccolta fondi sulla piattaforma GoFundMe, grazie alla quale si punta a moltiplicare il numero di letti di terapia intensiva e rianimazione a disposizione e a dotare l’Ospedale anche di tutte le altre strumentazioni sanitarie necessarie. Non solo, la raccolta sarà anche destinata a contribuire all'emergenza nazionale, con un contributo al Dipartimento di Protezione Civile Nazionale che potrà arrivare fino a un terzo di quanto raccolto per supportare l’Italia là dove è più in crisi. Infine, Acqua dell'Elba ha realizzato un’edizione speciale dei profumatori d'ambiente da 500 ml i cui proventi andranno per il 50% alla raccolta fondi avviata. L'iniziativa è valida fino al 19 aprile.

4 Come Shiseido sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Ancorata a uno dei suoi valori chiave, People First, Shiseido si sta impegnando a mantenere invariato il potere d’acquisto dei propri dipendenti, integrando l’eventuale scarto non compensato dagli ammortizzatori sociali. Questo provvedimento avrà un impatto soprattutto sui dipendenti la cui attività, per misure di forza maggiore, è temporaneamente ridotta o sospesa dall’azienda. Tale misura rimarrà in vigore fino a quando il business tornerà a operare (nel rispetto delle norme governative e delle condizioni di sicurezza) e viene esteso ai mesi di aprile e maggio 2020. L’azienda sta inoltre avviando un supporto psicologico per i dipendenti Shiseido. Shiseido EMEA estenderà i propri valori corporate al mondo esterno. L’iniziativa vuole aiutare le comunità più colpite dal virus Covid-19 con la donazione di 1 milione di euro alla Croce Rossa (la donazione verrà divisa tra Francia, Italia, Spagna, Germania e UK). Inoltre, da aprile le linee di produzione in genere destinate alle fragranze del gruppo, vengono convertite nella produzione di soluzioni idroalcoliche per integrare le provviste di materiali sanitari negli ospedali e nelle case di riposo. In riferimento poi allo specifico territorio italiano, la filiale Shiseido Italy contribuisce alle attività di solidarietà con l’acquisto di tre ecografi destinati all’Ospedale Luigi Sacco di Milano.

5 Come Arval sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Azienda svizzera dal cuore italiano, Arval ha il cuore produttivo nei prestigiosi Laboratoires Biologiques di Sion, nel cantone svizzero vallese. I laboratori, oltre a formulare e produrre la Linea di Cosmetici Arval, sono riconosciuti per essere uno dei punti di riferimento per la produzione conto terzi di molti brand cosmetici prestigiosi. Data l’emergenza internazionale dovuta alla pandemia da Covid-19, il team di professionisti dei Laboratoire Biologiques di Sion si è responsabilmente reso disponibile per contribuire alla lotta contro la diffusione del virus. Una realtà specializzata ed efficiente che si è mobilitata prontamente per convertire parte della normale produzione e adattarla alla fornitura di gel idroalcolico, bene oggi quanto mai necessario e purtroppo non così facilmente reperibile.

6 Come Jowaé sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Queste ultime settimane ci hanno visto affrontare un momento di difficoltà come mai era accaduto nella storia più recente del nostro paese. E, come mai prima, ci sentiamo tutti ugualmente coinvolti e toccati in prima persona e allo stesso tempo responsabili gli uni verso gli altri, parte di una collettività.Per questo, Jowaé, ultimo nato tra i marchi di Alès Groupe, desidera dare il proprio contributo, offrendo la sua Crema Mani Nutriente ai medici degli ospedali italiani tra cui ASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda di Milano, Ospedale Luigi Sacco, Policlinico di Milano, Azienda Ospedale Università Padova, Spedali Civili di Brescia, Azienda Ospedaliero - Universitaria Careggi di Firenze, Policlinico Universitario A. Gemelli IRCCS, M.G. VANNINI Ospedale Religioso Classificato Accreditato di Roma. Un piccolo gesto per regalare un po’ di sollievo alla pelle provata da lunghe ore di lavoro e per dimostrare solidarietà e gratitudine verso chi, da settimane, lavora in prima linea, coraggiosamente e instancabilmente, per aiutarci a superare questo momento difficile.

7 Come Marco Post sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

In queste settimane così difficili per l’Italia e per il mondo, anche Marco Postiglione, Presidente di Marco Post, la rete di centri anti-age senza bisturi presente in tutta Italia, ha sentito di dovere di offrire un segno tangibile di supporto all’attività di tutti gli operatori sanitari impegnati nell’emergenza sanitaria. In una diretta Instagram domenica 5 aprile, Martina Colombari, ambassador del brand, e Cristina Bortolussi, direttore tecnico di Marco Post, hanno presentato l’iniziativa, a cui gli interessati potranno aderire da subito, per poi usufruirne appena i centri, passata l’emergenza, potranno riaprire. Supportare in modo concreto con i propri mezzi chi oggi sta generosamente donando il suo lavoro per il bene di tutti è un dovere: “Dobbiamo fare ciò che possiamo, con ciò che abbiamo, dove siamo”, Marco Postiglione. Gli operatori sanitari possono aderire andando su https://marcopost.com/emergenzacovid/.

8 Come L'Erbolario sta sostenendo la lotta al Coronavirus

L’Erbolario, che già dall’11 marzo aveva chiuso cautelativamente i battenti per preservare al meglio la salute di tutti i Collaboratori in azienda e nei negozi, ha riaperto per due giorni un reparto per confezionare in condizioni di massima sicurezza, con 23 Colleghe volontarie, un Gel Igienizzante per le mani da donare alle strutture sanitarie - e non solo - che ne necessitano. I flaconi di Igienizzante mani sono già pervenuti alla Croce Rossa lodigiana, all’Ospedale Maggiore di Lodi, agli Ospedali Sacco e Niguarda di Milano. Altri sono in partenza per l’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Lodi, Medici senza Frontiere, il Comando provinciale dei Carabinieri di Lodi e di Brescia, la Casa circondariale di Lodi.

9 Come Acqua di Parma sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Animata fin dalle origini dal profondo amore per l‘arte di vivere italiana e dal desiderio di preservare l'arte, la natura e la cultura del proprio Paese nel presente e per le generazioni future, Acqua di Parma devolverà l‘intero ricavato dalle vendite online delle profumazioni per la casa e dei prodotti dedicati ai rituali di benessere alla Regione Lombardia per azioni di supporto all’emergenza Coronavirus. Il ricavato della campagna #StayHome coinvolge l’universo delle creazioni che vestono la casa - candele e diffusori d’ambiente, carta profumata per cassetti – quello dei prodotti di rasatura Barbiere, e dei rituali di benessere per il corpo e l’hand care.

10 Come Chanel sostenendo la lotta al Coronavirus

Chanel ha annunciato che non ricorrerà allo strumento della Cassa Integrazione. Per un periodo di otto settimane Roveda, Gensi, Samanta, Global DC Chanel Coordination Srl Vittuone e Chanel Coordination Srl Osmannoro si impegnano a mantenere al 100% gli stipendi dei loro 750 dipendenti. Inoltre per contribuire agli sforzi di solidarietà nazionali, la filiale italiana di Chanel effettuerà diverse donazioni rivolte a: Protezione Civile Italiana in prima linea su tutto il territorio; Ospedale Sacco di Milano, specializzato nella ricerca e nello studio delle malattie infettive; Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, dove i medici e il personale ospedaliero assistono ogni giorno numerosi pazienti. Dal canto loro, la Società Roveda e il Centro di distribuzione di Vittuone, effettueranno una donazione alle strutture ospedaliere e a quelle di pronto soccorso situate nelle vicinanze, per migliorare le condizioni di lavoro del personale sanitario che è in prima linea, sin dall'inizio dell'epidemia. Vittuone ha anche fornito apparecchiature informatiche ai pazienti ricoverati nelle strutture locali e in isolamento, per consentire loro di rimanere in contatto con le proprie famiglie. Le donazioni che Chanel effettuerà in Italia alle strutture ospedaliere, alle strutture di pronto soccorso e alla Protezione Civile ammontano complessivamente a 1,3 milioni di euro.

11 Come Estée Lauder sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Come si legge in un post pubblicato il 24 marzo sul profilo Instagram di Estée Lauder The Estée Lauder Companies sta contribuendo a una grande attività di soccorso di Covid-19 riaprendo il proprio stabilimento di produzione di Melville a Long Island (NY) per produrre disinfettante per le mani per l'emergenza Coronavirus in particolare per il personale medico che è in prima linea. “Siamo grati ai nostri dipendenti che hanno lavorato instancabilmente per rendere tutto questo possibile, uno sforzo di vitale importanza sostenuto da volontari compensati e dipendenti", si legge nella dichiarazione.

12 Come il Gruppo Clarins sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Clarins

Di fronte a questa crisi sanitaria senza precedenti il Gruppo Clarins, impresa responsabile, scende in campo per fare fronte alla scarsità di gel idroalcolici che tocca il sistema ospedaliero francese. I siti di produzione del Gruppo - Pontoise, Strasburgo e Amiens - hanno già fabbricato e distribuito agli ospedali 14.500 flaconi di gel idroalcolici. In maxi formato da 400 ml, queste 14500 unità sono solo il primo passo nel supporto allo staff ospedaliero; l’obiettivo è di proseguirne attivamente la produzione finché sarà necessario, nel rigoroso rispetto delle norme di sicurezza sanitarie per ogni collaboratore impiegato nelle unità produttive.

13 Come il Gruppo Clarins sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Dopo la donazione all’Assistance publique – Hôpitaux de Paris, diventa concreto – anche sul territorio italiano, e più precisamente bolognese – il contributo di Clarins a fronte dell’emergenza Covid-19. Il 2 aprile, grazie alla stretta collaborazione con Bimbo Tu Onlus, sono stati infatti consegnati all’Ospedale Bellaria, primo centro Covid della città di Bologna, i primi 960 flaconi di gel idroalcolico da 400 ml, prodotti da Clarins negli stabilimenti alle porte di Parigi. Clarins dopo un primo intervento in Asia, ha deciso di supportare anche l’Italia, e più precisamente una realtà ospedaliera attiva a Bologna, con la fornitura di gel idroalcolici, fabbricati in Francia, nel rigoroso rispetto delle norme di sicurezza sanitarie. La donazione di questo primo lotto, al quale ne seguiranno altri quattro, già in preparazione, è stata effettuata a Bimbo Tu Onlus, Associazione bolognese che gestisce le donazioni destinate al Bellaria, con cui Clarins ha già collaborato nel passato. Non appena il magazzino di Bologna tornerà operativo, oltre ai gel idroalcolici, verranno consegnati agli operatori sanitari del Bellaria anche oltre 4.800 tubi di crema idratante mani Clarins da 30 ml. Per dare il proprio contributo e avere info: gofundme.com/f/sosteniamo-l039ospedale-bellaria.

14 Come ICR sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

L’azienda lodigiana ICR Industrie Cosmetiche Riunite in collaborazione per il packaging con la ditta Candiani produce e offre in donazione agli ospedali del territorio di Lodi un disinfettante mani. L'azienda lodigiana leader nel settore della profumeria selettiva ha realizzato un nuovo gel per la pulizia delle mani con igienizzante per sostenere le strutture ospedaliere del territorio e fare fronte alla loro cresciuta richiesta di questo prodotto. “Abbiamo messo a disposizione la nostra esperienza, i nostri laboratori di ricerca e sviluppo e delle linee produttive dedicate per aiutare il nostro territorio. È un onore e un dovere per noi. Ringraziamo la struttura sanitaria italiana per l’infaticabile e preziosa attività e siamo orgogliosi di tutti i nostri collaboratori che lavorano per uno scopo nobile e pratico come questo”, ha affermato Roberto Martone Presidente di ICR. Per contribuire allo sforzo di prevenire, combattere ed eliminare il Coronavirus, ICR distribuirà gratuitamente questi prodotti agli Ospedali di Lodi, Codogno, Sant’Angelo Lodigiano e Casalpusterlengo.

15 Come Coty sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Coty Inc ha annunciato oggi (26 marzo) di avere iniziato a produrre gel idroalcolico per aiutare a combattere il virus Covid-19. La produzione e le donazioni dovrebbero raggiungere decine di migliaia di unità a settimana. I prodotti saranno donati al personale dei servizi medici impegnati nella lotta contro il virus Covid-19 e ai dipendenti Coty che lavorano negli stabilimenti e nei centri di distribuzione che producono disinfettanti, nonché al personale delle farmacie e ai clienti al dettaglio. La società ha prodotto i primi lotti di disinfettante per le mani negli stabilimenti degli Stati Uniti e di Monaco. Altri stabilimenti inizieranno la produzione entro la settimana.

16 Come Istituto Ganassini sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Anche Istituto Ganassini, lo storico Gruppo dermocosmetico italiano proprietario dei brand, tra gli altri, Rilastil, Bioclin, Vidermina e Tonimer, è sceso in campo per dare il suo contributo nella lotta contro il Coronavirus. Sono tre i progetti a sostegno degli italiani e del Paese: la donazione di 10 ecografi salvavita ad altrettanti ospedali, la riconversione della produzione per la realizzazione di 100mila gel per la pulizia delle mani igienizzante che verranno distribuiti gratuitamente a ospedali e farmacie e la donazione di kit di benessere ai sanitari in prima linea per alleviare la stanchezza.

17 Come Bakel sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Bakel converte la produzione a supporto di tutte le manovre necessarie per contrastare l’emergenza, tramite la realizzazione di gel igienizzante disponibile per tutte le farmacie rivenditrici, avamposto per combattere emergenza Covid-19. Bakel si impegna a dare sostegno al personale delle terapie intensive del Presidio Sanitario di Udine con una donazione di 350 confezioni di siero lenitivo (Q10 B5) al personale medico e sanitario dell’azienda Sanitaria Universitaria Integrata di Udine. L’urgenza di recuperare respiratori è supportata tramite la donazione di 30 euro per ogni prodotto Elastin venduto online, da destinare al progetto Respiro con Te di Milano Natura, per acquisto di 9 ventilatori urgenti (valore 76.783 euro) per poter intubare i pazienti colpiti da polmonite e ricoverati all’Ospedale Humanitas di Rozzano. Per incentivare la vendita, un immediato vantaggio economico di 15 euro per tutti coloro che effettuano l’acquisto.

18 Come L'Oréal Italia sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

L’Oréal Italia ha lanciato una serie di attività per sostenere i diversi stakeholder nella lotta contro il coronavirus. La Fondazione L’Oréal ha deciso di donare 100mila euro a partner non-profit italiani impegnati nella lotta contro la precarietà, in modo da permettere ai più bisognosi di seguire le misure di prevenzione raccomandate, combattere il Coronavirus e far fronte alle conseguenze dell'epidemia. Tali aiuti andranno a Emergency per il rafforzamento del programma di triage nella clinica mobile di Milano - per i casi sospetti - in cui i pazienti vengono osservati e monitorati. L’altra associazione che verrà finanziata sarà Banco Alimentare, impegnata nella consegna di cibo e beni primari, in particolare ai minori delle famiglie svantaggiate che, in questa difficile situazione, non possono essere serviti dalle mense della scuola. L’Oréal Italia donerà inoltre circa 80mila pezzi di gel idroalcolico ai due partner Emergency e Banco Alimentare. Lo stabilimento di Settimo Torinese donerà all’ASL TO4 (Ciriè, Chivasso, Ivrea) 3200 mascherine FFP2 e gel idroalcolico.

19 Come il Gruppo Davines sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Il Gruppo Davines ha scelto da subito di impegnarsi a sostegno dell’emergenza Coronavirus all’interno del proprio territorio. Dal 3 marzo, infatti, l’azienda cosmetica con sede a Parma ha dato il via alla produzione di oltre 100mila pezzi di gel igienizzante mani destinati a essere donati alla propria community (partner, clienti e collaboratori) e a realtà individuate in gran parte in collaborazione con l’associazione Forum Solidarietà di Parma: case di riposo comunali, le sedi locali di Croce Rossa, Croce Gialla, Intercral, Comunità Betania, l’assistenza pubblica e le comunità di accoglienza per immigrati.

20 Come Korff sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Da sempre sensibile a temi di beneficenza e solidarietà sociale, Korff lancia Korff: un’azienda italiana a sostegno dell’Italia, un progetto di Charity - a fronte dell’emergenza Coronavirus - mediante la quale, attraverso l’acquisto di un prodotto Korff tra quelli selezionati, contribuisce alla raccolta di fondi a favore della ricerca scientifica e biomedica dell’Ospedale Spallanzani di Roma. Da marzo fino alla fine di maggio, l’azienda devolverà infatti 50 centesimi per ogni prodotto Korff appartenente a linee selezionate: Linea Lifting, Linea Upgrade, Linea Collagen Regimen e con l’acquisto dei prodotti Make up, nello specifico: mascara, fondotinta e matite per gli occhi.

21 Come Catrice ed Essence stanno sostenendo la lotta al Coronavirus

In questo momento di emergenza sanitaria a causa del Coronavirus, Essence Cosmetics & Catrice Cosmetics sono uniti nel lanciare un messaggio a tutti i cittadini italiani: #restiamoAcasa! Per promuovere questa iniziativa, i brand hanno lanciato una campagna digitale che coinvolge la community e che sfocia in una donazione a sostegno di Medici Senza Frontiere. "Rimani al sicuro e manda ai tuoi cari un bacio digitale! Per ogni #digitalkiss che verrà condiviso, Essence e Catrice aggiungeranno 5 euro ai 500mila euro che verranno donati per combattere il #Coronavirus". Come partecipare? Posta un digital kiss usando #kisstance. Menziona Essence Cosmetics e Catrice Cosmetics se posti su Facebook o @essence_cosmetics e @catrice.cosmetics per Instagram. Aggiungi la città da dove stai postando.

22 Come Faby sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Fino al 30 aprile l'azienda italiana Faby donerà alla Protezione Civile il 50% del ricavato delle vendite online su fabyboutique.com. In questo difficile periodo di emergenza nazionale, Faby vuole dimostrare la sua vicinanza concreta ai soccorritori in prima linea, ai volontari e a tutti gli operatori sanitari che negli ospedali di tutta Italia stanno aiutando una popolazione in grave difficoltà.

23 Come Bottega Verde sta sostenendo la lotta al Coronavirus

L'11 marzo Bottega Verde ha pubblicato sul proprio account Instagram un post in cui ha comunicato la chiusura dei punti vendita per tutelare salute e sicurezza di tutti (e il conseguente rafforzamento dei servizi online, consegne gratuite e prezzo agevolato su articoli per l’igiene delle mani) e il suo appoggio alla Croce Rossa Italiana. Per fronteggiare l’emergenza Covid-19 l'azienda ha scelto di devolvere l'incasso del proprio e-commerce dell'11 marzo (pari a 28.630 euro) alla Croce Rossa Italiana, in prima linea per offrire assistenza ai contagiati di Coronavirus.

24 Come SVR sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Laboratoires SVR dà il suo contributo alla lotta contro il Coronavirus supportando la pelle di medici e infermieri messa a dura prova dall’uso prolungato di guanti, disinfettanti, mascherine. Il brand dermatologico francese prescritto da dermatologi e distribuito in farmacia, parafarmacia e profumerie Mariounnaud, ha avviato una donazione di Cicavit+ a vari ospedali in tutta Italia tra cui San Raffaele di Milano, Humanitas Gavazzeni di Bergamo, policlinico Sant’Orsola di Bologna, Columbus Gemelli di Roma. Cicavit+ è una crema lenitiva, anti-segni, con azione riparatrice accelerata, la sua formula anti-prurito e anti- irritazione rafforzata, favorisce la cicatrizzazione senza segni e senza arrossamenti.

25 Come L'Estetista Cinica sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Cristina Fogazzi, L’Estetista Cinica, conferma, anche in questo momento di emergenza, il suo essere sempre in prima linea per la solidarietà. Il 18 marzo ha infatti donato, in collaborazione con Biogei Cosmetici, azienda produttrice della sua linea cosmetica VeraLab, una speciale fornitura di 500 disinfettanti per le mani all’ospedale di Esine (Bs), in Val Camonica, zona limitrofa ai laboratori particolarmente colpita dall’emergenza sanitaria. Ma non è tutto. Anche la web community di Fagiane sarà omaggiata di 20mila igienizzanti per le mani #andràtuttobene, tanto prezioso in questi giorni, per ogni ordine effettuato sull’e-commerce VeraLab.it.

26 Come Astra Make-Up sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Azienda umbra la cui filosofia è da sempre fondata su valori etici, ambientali e sociali, Astra Make-Up ha finanziato l’acquisto di respiratori polmonari per i pazienti affetti da Covid-19. La donazione, il cui beneficiario è la Rosa dell’Umbria ONLUS, è destinata a favore dell’Ospedale di Pantalla (Todi, PG), struttura resa esclusivamente dedicata all’emergenza sanitaria. Dopo il contributo di Astra è stata lanciata un'iniziativa di crowdfunding che sta coinvolgendo tutta la città di Todi. Attraverso i propri canali, Astra ha lanciato gli hashtag #astraognigiorno, con cui ha voluto vincere le distanze creando contenuti, post e stories attraverso cui trasmettere messaggi positivi, e #onlygoodvibes, con rubriche, tutorial, quiz e intrattenimento.

27 Come Bodyboo e Ayay stanno sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Nei giorni del Coronavirus ci sono solitudini che appaiono più difficili di altre. È il caso dei senzatetto, delle migliaia di persone che vivono per strada e che in queste settimane sembrano essere chiusi fuori da un mondo chiuso dentro. Bodyboo, nuova linea di intimo shapewear, e Ayay, primo digital brand italiano di cosmesi intima femminile, devolveranno l’intero incasso della settimana che parte dal 23 marzo a Progetto Arca per l'acquisto di 50mila presidi sanitari (gel disinfettanti, mascherine, guanti) distribuiti nelle strutture di accoglienza e con le Unità di Strada Torino.

28 Come Diego Dalla Palma sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Fino al 3 aprile per ogni prodotto acquistato su diegodallapalma.com Diego Dalla Palma Milano devolverà 1 euro a favore della Fondazione Policlinico Sant'Orsola di Bologna. La campagna solidale a favore del progetto Più Forti Insieme della Fondazione Policlinico Sant’Orsola di Bologna per raccoglie fondi a sostegno degli ospedali di Bologna e degli operatori sanitari che nell’emergenza Coronavirus ogni giorno si prendono cura di tutti coloro che ne hanno bisogno.

29 Come Desìo sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Desìo, brand italiano leader nel campo delle lenti a contatto colorate, ha scelto di sostenere con un’importante donazione Regione Lombardia nella lotta al Coronavirus. L’azienda lombarda ha raccolto l’appello della Regione e ha donato 100mila euro per fronteggiare l’emergenza Covid-19. Desìo è da sempre attiva nel mondo charity e sono diverse le organizzazioni che appoggia attivamente da anni. Dopo avere sostenuto Terre des Hommes, l'azienda oggi sostiene Sightsavers, l’organizzazione non profit internazionale che combatte la cecità evitabile e supporta le persone con disabilità nei paesi in via di sviluppo e a breve sosterrà anche RED, la onlus internazionale che aiuta milioni di persone colpite dall’HIV/AIDS, tubercolosi e malaria.

30 Come Gillette Italia sta sostenendo la lotta al Coronavirus

Per ogni persona che si collegherà a Casa Vieri Show (Bobo Vieri èambassador di Gillette Italia) Gillette Italia donerà un euro alla Protezione Civile durante l’emergenza Coronavirus per l’acquisto di apparecchiature necessarie alla cura del virus. L’obiettivo della call to action è di arrivare a 100mila euro. Il lancio dei Casa Vieri Show è avvenuto alle 17 di venerdì 13 marzo.

31 Come Avon Cosmetics sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

Avon Cosmetics ha avviato, in collaborazione con 1 Caffè Onlus, una raccolta fondi a sostegno della Protezione Civile. Dal 10 marzo, l'azienda dona in beneficenza 1 euro per ogni ordine ricevuto, sia attraverso gli ordini dei Consulenti, sia dalla vendita online, tramite la piattaforma e-commerce. Una nuova azione solidale da parte dell’azienda, da sempre impegnata in cause sociali, soprattutto nei confronti delle donne. Tutto il ricavato verrà devoluto a 1 Caffè Onlus che gestirà e destinerà i fondi raccolti a sostegno della Protezione Civile, in prima linea per contrastare l’emergenza sanitaria attualmente in corso in Italia.

32 Come il Posta Marcucci sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

L’albergo Posta Marcucci lancia l'iniziativa Crediamo negli esseri umani donando un soggiorno gratuito a tutti gli operatori impegnati in prima linea nella battaglia al Covid-19. L'intento è esprimere a tutti coloro che agiscono sul fronte, non solo tutta la comprensione, ammirazione, devozione, ma anche per donare un’opportunità di pace, relax, distensione, quando ovviamente sarà possibile, a chi sul fronte non si sta risparmiando, ma sta rischiando e si sta mettendo in gioco come persona, individuo, professionista. Nel realizzare l’iniziativa è stato coinvolto Paolo Miranda, infermiere con la passione per la fotografia, che da nove anni lavora come infermiere nel reparto di rianimazione e terapia intensiva all’ospedale di Cremona. Le foto utilizzate sono state scattate in reparto, per documentare il lavoro in trincea.

33 Come Polo della Cosmesi sta sostenendo la lotta al Coronavirus
Courtesy photo

"Di fronte a una situazione così seria e inaspettata, come uomini e come imprenditori ogni giorno dobbiamo fare appello a tutta la nostra forza e a al nostro senso di responsabilità. Il 70% delle aziende della Cosmetic Valley italiana dopo il Decreto del 22 marzo hanno chiuso; una minoranza ha continuato riconvertendo la produzione in prodotti, maschere e gel sanificanti, per la salute pubblica”, commenta Matteo Moretti, Presidente del Polo della Cosmesi. E i casi di riconversione tra le imprese si moltiplicano giorno dopo giorno. NastriTex, l’azienda di Busto Arsizio, leader nella produzione e sviluppo di tessuti e materiali tecnici per la produzione di cosmetici compatti, ha avviato un processo di produzione di mascherine di protezione che, l’azienda spera fortemente, si possa concretizzare nei prossimi giorni. Verve Spa e Vexel 74, società del Gruppo Induplast, hanno fermato la produzione tradizionale e chiuso molti reparti a eccezione di una parte per le linee di produzione di flaconi per disinfettanti, utili alla salute pubblica. Lumson ha donato all’Ospedale Maggiore di Crema 2mila tute complete e ha fornito mascherine e camici alla protezione civile. Alle aziende produttrici di gel igienizzanti ha fornito gratuitamente packaging rispondenti alle normative vigenti e alle indicazioni dell’OMS per produrre e distribuire gel sanificanti a medici, infermieri e operatori sanitari. Dal 25 marzo sono operative solo le linee produttive dedicate ai flaconi per i gel sanificanti. Biokosmes aveva nel suo portfolio la formula di un gel sanificante mani, ad alto potere battericida e già approvata dall’OMS, sviluppata qualche anno fa in occasione di un’altra emergenza: quella relativa alla Sars. L’azienda ha deciso di destinare parte della propria capacità produttiva a questo prodotto. La prima produzione è stata donata all’Ospedale di Lecco e, in accordo con Federfarma, un paio di flaconi da un litro a tutti i farmacisti della provincia.

Pubblicità - Continua a leggere di seguito
Altri da Coronavirus 2020